Nello Spazio Espositivo Regione Veneto dell’Hotel Excelsior durante la 76a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia in corso al Lido si è tenuto l’evento “Targa Venezia 2019” dedicato quest’anno al 500esimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci, il sommo genio che ha stupito tutto il mondo con la sua incredibile visione del futuro e con la sua ricerca straordinaria in tema di rappresentazione della realtà e della spiritualità.

Nel corso della cerimonia  patrocinata dal Comune lagunare sono state consegnate le “Targhe Venezia – Leonardo 500: Il Cinema prima del Cinema” a personalità ed aziende che si siano distinte nel settore dello spettacolo, cultura, editoria, scenografia, artigianato e industria.

Dopo i saluti istituzionali dei vertici della Regione e degli enti patrocinatori sono stati proclamati i vincitori scelti dal comitato d’onore composto da Denis Nan (Presidente del Club Marco Polo), Niccolò Bolognini Martinozzi di Montelifrè (Accademico dei Fisiocritici di Siena), Mattia Carlin (Vicepresidente ANGI, associazione italiana innovazione), Gualtiero Grigato (District 2050 International Service Committee Chairman), Roberto Stagnetti (Ceo WOW Factor e Marketing Manager), Massimo Zanta (Critico d’Arte), Mauro Zottino (Event Manager titolare di Happyevents).

Hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento nella sezione Cinema Carlo Bizzotto, Presidente di Rosà Plast Spa, azienda che lavora per l’indotto cinematografco in provincia di Vicenza, producendo apparecchi di illuminazione di altissima qualita; Paola Montanari, Presidente di Videe Spa, una delle realtà del Triveneto più innovative nel campo delle riprese per il cinema e la tv anche in condizioni estreme; Michele Odelli, titolare di Drawlight Srl, azienda all’avanguardia che ha fatto un business partendo dagli studi di ottica e di visione offrendo esperienze di immersive storytelling, videomapping 3d, ambienti immersivi, realtà virtuale, ologrammi spettacolari; Andrea Riva, Direttore Vendite di Cinemeccanica Spa, storica azienda milanese che produce proiettori cinematografici dal 1921; Antonia Sautter, imprenditrice titolare di Atelier Sautter, costumista e scenografa per il cinema e il teatro, organizzatrice di feste spettacolari che portano in tutto il mondo il genio italiano.

Nella sezione Cultura Katia Ferri, contessa Melzi D’Eril, membro della famiglia di mecenati che ospitò Leonardo a Vaprio d’Adda nella villa che contiene ancor oggi importanti lasciti del Genio, giornalista, docente universitario a contratto al dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali all’Università di Pavia, autrice del romanzo “Viaggio con Leonardo” già vincitore del Premio Speciale Cultura “La Campana di Burgio 2019”.

Nella sezione Istituzioni Laura Minici Zotti, Presidente e fondatrice con suo marito del “Museo del Precinema” di Padova, uno straordinario contenitore pubblico-privato che racconta la storia del cinema partendo dal mondo antico attraverso un percorso di grande fascino, in uno scrigno pieno di cimeli, di meraviglie uniche per gli amanti del grande schermo; Michele Bugliesi, Magnifico Rettore dell’Università Ca’ Foscari, l’ateneo veneto che con grande lungimiranza e tempismo ha finanziato e progettato il collegamento in fibra ottica tra Venezia e il Lido con servizi particolari per il Palazzo che ospita la Biennale Cinema; Vincenzo Marinese, Presidente di Confindustria Venezia-Rovigo, per il sostegno alle imprese di ogni dimensione che lavorano e collaborano con l’industria del Cinema. Diploma d’Onore a Ferdinando Santoro, titolare della casa editrice Scrinium che pubblica l’opera vinciana in edizione raffinatissima e di altissima qualità e promuove progetti culturali legati all’immenso patrimonio leonardiano; Massimiliano Finazzer, attore che ha vestito i panni di Leonardo da Vinci e ha creato un proprio format live e video che propone in tutto il mondo; Tiziano Spigariol, patron della Congrega del Tabaro e titolare di Tabarrificio Trevisano, azienda specializzata nella realizzazione di manufatti che raccolgono l’antica tradizione ed esperienza delle manifatture rinascimentali italiane.

Paolo Braghetto