• L’Ovale Blu sta utilizzando un robot a guida autonoma, sulle linee di produzione dello suo stabilimento a Valencia, in Spagna
  • Soprannominato Survival, per la sua capacità di adattarsi all’ambiente circostante, il robot a guida autonoma trasporta i componenti di ricambio, riuscendo a evitare oggetti, cambiare percorso in caso di eventuali ostacoli e fermarsi quando è necessario
  • Sviluppato interamente dagli ingegneri Ford, è il primo del suo genere a essere utilizzato all’interno di uno stabilimento europeo dell’Ovale Blu ed è in grado di svolgere l’equivalente di 40 ore di lavoro al giorno, consentendo ai dipendenti di dedicarsi a mansioni più complesse

Valencia, Spagna, 9 maggio 2019 – Mancano ancora alcuni anni per l’effettiva introduzione delle auto a guida autonoma, ma un piccolo robot sta già mostrando quello che sarà il nostro futuro.

Soprannominato Survival per la sua capacità di adattarsi all’ambiente circostante, il robot a guida autonoma trasporta i componenti di ricambio all’interno dello stabilimento Ford di Valencia, in Spagna, riuscendo a evitare oggetti, cambiare percorso in caso di eventuali ostacoli e fermarsi quando è necessario.

Sviluppato interamente dagli ingegneri Ford, è il primo del suo genere sviluppato per essere utilizzato presso gli stabilimenti europei dell’azienda.

“L’abbiamo programmato per conoscere l’intero impianto, quindi, insieme ai sensori, non ha bisogno di interventi esterni per muoversi”, ha affermato Eduardo García Magraner, Manufacturing Manager, presso lo stabilimento di Valencia, in Spagna, dove è in corso la sperimentazione del robot.

“Quando abbiamo iniziato, gli operatori pensavano di trovarsi in una specie di film di fantascienza, si fermavano e ne seguivano il passaggio. Ora vanno avanti con il loro lavoro sapendo che il robot è abbastanza intelligente per aggirarli”.

La fornitura di parti di ricambio e materiali per la saldatura presso le diverse stazioni all’interno dell’impianto è un elemento cruciale per la produzione di Kuga, Mondeo e S-MAX. Per i dipendenti Ford, tuttavia, questa attività richiede tempo ed è relativamente banale. Il robot non sostituisce i dipendenti ma può far risparmiare loro fino a 40 ore di lavoro al giorno assumendo questo ruolo, consentendo agli operatori di utilizzare il proprio tempo in attività più complesse.

Il robot è dotato di 17 cassetti per contenere materiali di diversi pesi e dimensioni. Per evitare errori, l’apertura e la chiusura di questi cassetti è automatizzata, il che significa che gli operatori di ciascuna area hanno solo accesso ai materiali a loro assegnati.

“È in prova da quasi un anno e ha portato a termine ogni consegna senza errori, fino a oggi. È diventato un membro del team molto prezioso”, ha affermato Garcia Magraner. “Speriamo di poterlo utilizzare a tempo pieno e di espanderci anche in altri stabilimenti”.

Survival è uno dei numerosi robot impiegati nelle strutture europee di Ford, tra cui i Robutt e i co-bots a Colonia, in Germania. Il robot a guida autonoma utilizza la tecnologia LiDAR (Light Detection and Ranging) per visualizzare l’ambiente circostante, una tecnologia utilizzata anche nei prototipi di veicoli autonomi Ford.

E’ possibile visualizzare il video al seguente link:

 https://www.youtube.com/watch?v=NhPEoFBsY5g

A cura della Redazione Motori di VenetoEccellenze