Marcato: «disponibili 20 milioni di euro a sostegno dello sviluppo del comparto strategico per l’economia veneta».

Con l’approvazione da parte della giunta regionale del Veneto della delibera, diviene pienamente operativa la legge “Interventi a favore dell’Artigianato veneto”, un provvedimento a favore di 130.000 imprese attive in Regione con una dotazione finanziaria di circa 20 milioni di euro.

«Con il documento approvato abbiamo saldato l’ultimo anello della recente legge regionale sull’artigianato – afferma l’assessore regionale allo sviluppo economico, Roberto Marcato -. Ora, possiamo affrontare la fase operativa di tutela, di sviluppo e di promozione del lavoro degli artigiani veneti. Abbiamo fissato un punto fondamentale per la nostra futura economia perché l’artigianato è sempre stato un fiore all’occhiello della nostra realtà produttiva e tale deve continuare ad essere. È una fonte di lavoro per migliaia di persone ma è anche un simbolo dell’intraprendenza, della creatività e dell’identità della nostra gente».

Con la delibera vengono individuate diverse forme di intervento a sostegno delle quasi del 30% di tutte le imprese attive con tre ambiti di azione: semplificazione amministrativa; strumenti agevolativi con interventi a favore delle imprese anche con interventi a favore dei maestri artigiani e delle botteghe scuola; promozione e sostegno dell’artigianato veneto come sistema.

«Dal 2007 a oggi sono scomparse oltre 20.000 imprese artigiane – prosegue Marcato -. La contrazione non si è arrestatanemmeno di fronte ai primi segnali di ripresa economica più recenti. Se questo contesto dovesse perdurare o, ancor peggio, aggravarsi è a rischio un patrimonio secolare che ha da sempre garantito una precisa funzione sociale. L’artigianato non è solo quello artistico ma è un mondo più ampio e complesso, espressione della tradizione da un lato ma caposaldo dell’economia dall’altro. Non vogliamo che scompaia e con questo provvedimento intendiamo sostenerlo e rinnovarlo, anche nell’ottica di una prospettiva per le nuove generazioni».

Secondo Marcato «disporre di questo strumento è una necessità sentita e lo conferma la celerità con cui si è riusciti a giungere alla firma della delibera dopo l’approvazione in commissione consiliare. Ma il documento è anche il frutto di un preciso lavoro e di un confronto con le organizzazioni di categoria, impegnate a salvaguardare non solo una fonte di reddito ma anche un vero patrimonio di esperienza».

La FederVeneto Regionale – Casartigiani assieme alla Rete di Associazioni Veneto Eccellenze ha contribuito all’estensione della Legge Regionale ed Il Direttore Generale Maurizio Ebano è al tavolo di concertazione per la costruzione della Figura del Maestro Artigiano con la possibilità di istituire la figura professionale che è indispensabile sempre più all’interno delle aziende.

Scarica l’allegato con il sunto del percorso

La figura dell’artigiano nel contesto veneto

Il Direttore Generale rete di Veneto Eccellenze