Area Geografica: Friuli Venezia Giulia

Scadenza: PROSSIMA APERTURA | In fase di attivazione

Beneficiari: Micro Impresa, PMI, Persona fisica, Associazioni/Onlus/Consorzi

Settore: Artigianato, Commercio, Industria, Servizi/No Profit, Turismo, Cultura

Spese finanziate: Consulenze/Servizi, Attrezzature e macchinari

Agevolazione: Contributo a fondo perduto

PRATICA COMPLESSA
Consigliata l’istruzione della pratica da parte di un utente esperto in materia

Descrizione completa del bando

Attraverso l’Avviso, attivato nell’ambito della programmazione regionale del POR FSE 2014-2020, la Regione Friuli Venezia Giulia intende promuovere una nuova misura a sostegno delle imprese e dei lavoratori nel quadro delle più generali iniziative attivate nell’attuale fase di emergenza epidemologica da COVID-19, al fine di permettere di proseguire nel massimo dell’efficienza e dell’efficacia, l’attività produttiva aziendale. Si tratta nello specifico di sostenere l’adozione di modelli innovativi di organizzazione del lavoro, attraverso lo sviluppo di piani aziendali e l’adozione di adeguata strumentazione informatica, per adottare strumenti di lavoro agile ovvero di “smart working” (nel proseguo si utilizzano indifferentemente il termine di lavoro agile e di smart working). La finalità è pertanto quella di favorire l’alleggerimento dei vincoli connessi con la localizzazione della prestazione lavorativa, lasciando pertanto al lavoratore la libertà di scelta, contestualmente mantenendo la produttiva aziendale e il benessere e la tutela della salute delle lavoratrici e dei lavoratori.

Soggetti beneficiari

Ai fini dell’attuazione delle operazioni ammesse al finanziamento, i soggetti proponenti, sono:

  • micro e piccole imprese;
  • lavoratori autonomi;
  • cooperative e loro consorzi.

Tipologia di interventi ammissibili

Ogni operazione prevede le seguenti tipologie d’attività:

  • AZIONE A: servizio di consulenza e formazione finalizzato alla definizione, adozione e sperimentazione di un Piano straordinario di smart working (in coerenza con le esigenze di distanziamento sociale per evitare il contagio del Covid-19;
  • AZIONE B: acquisto di “strumenti tecnologici” funzionali all’attuazione del piano di smart working.

Entità e forma dell’agevolazione

Per quanto attiene l’Azione A: il costo massimo dell’Attività  è pari a euro 4.737,60.

Per quanto attiene l’Azione B, il costo massimo ammissibile, dato dalla somma dei costi d’acquisto degli elementi hardware e software, non può comunque essere superiore, ai fini dell’ammissibilità al presente avviso, a euro 4.000,00. Nell’ambito dell’operazione è richiesta obbligatoriamente la presenza dell’Azione A; la presenza dell’Azione B è facoltativa.

Scadenza

La domanda può essere presentata dal 21 maggio 2020 al 19 giugno 2020.

Ufficio Stampa Veneto Eccellenze