AGEVOLAZIONI VIGENTI

AGEVOLAZIONI VIGENTI NAZIONALI

13 Aprile 2019

PROMOZIONE SUI MERCATI DEI PAESI TERZI OCM VINO:  è stato pubblicato il Decreto ministeriale recante LE modalità attuative della misura “Promozione sui mercati dei Paesi terzi” dell’OCM Vino.
DECRETO MIPAAFT: Si tratta di contributi a fondo perduto nel settore del vino a fini promozionali.
BENEFICIARI: le organizzazioni professionali, quelle di produttori di vino, i produttori stessi, i consorzi di tutela, le Ati di produttori di vino, consorzi, associazioni e cooperative, nonché reti di impresa di produttori di vino.
PROGETTI AMMESSI: i progetti ammessi sono di tre tipologie.
PROGETTI REGIONALI:  dove deve essere promossa la produzione della Regione cui viene fatta la domanda.
PROGETTI MULTIREGIONALI, dove la domanda è presentata da soggetti aventi la sede operativa in almeno 2 Regioni.
PROGETTI NAZIONALI dove si tratta di progetti promossi da soggetti che hanno la sede operativa in almeno 5 Regioni.
AZIONI AMMESSE: realizzazione di azioni in materia di pubbliche relazioni, promozione e pubblicità che esaltino gli aspetti legati a qualità, sicurezza alimentare o ambientale, partecipazioni a manifestazioni, fiere ed esposizioni a carattere internazionale, campagne informative con particolare attenzione alle denominazioni di origine, indicazioni geografiche e alla produzione biologica ed infine azioni relative a studi atti a valutare i risultati ottenuti dalle azioni di promozione e informazione.
CONTRIBUTO: 50% delle spese sostenute per realizzare il progetto, percentuale che può essere incrementata attingendo a fondi nazionali o regionali nel limite massimo di un ulteriore 30%.
DOMANDE: in attesa della registrazione del Decreto presso gli organi di controllo.

PROMOZIONE SUI MERCATI DEI PAESI TERZI OCM VINO

Il decreto definisce le modalità attuative della misura “Promozione”, prevista dall’art 45, paragrafo 1, lettera b), paragrafi 2 e 3 del Regolamento (UE) rL 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013.

BENEFICIARI

Accedono alla misura “Promozione” i seguenti soggetti proponenti:

  • a. le organizzazioni professionali, purché abbiano, tra i loro scopi, la promozione dei prodotti agricoli;
  • b. le organizzazioni di produttori di vino, come definite dall’art. 152 del regolamento;
  • c. le associazioni di organizzazio11j di produttori di vino, come definite dall’art. 156 del regolamento;
  • d. le organizzazioni interprofessionali, come definite dall’art. 157 del regolamento;
  • e. i consorzi di tutela, 1iconosciuti ai sensi dell’art. 41 della legge 12 dicembre 2016 no 238 e le loro associ3.zioni e federazione;
  • f i produttori di vino, come definiti all’art. 2;
  • g. i soggetti pubblici, come definiti all’art 2, con comprovata esperienza nel settore del vino e della promozione dei prodotti agricoli;
  • h. le associazioni temporanee di impresa e d1 scopo costituende o costituite dai soggetti di cui alle lett. a), b ), c ), d), e), f), g) e i);
  • i. consorzi, le associazioni, le federazioni e le società cooperative, a condizione che tutti i partecipanti al progetto di promozione rientrino tra i soggetti proponenti di cui alle lett. a), e), f) e g);
  • J. le reti di impresa, composte da soggetti di cui alla lett. f).

I soggetti pubblici di cui alla lett. g) partecipano ai progetti esclusivamente nell’ambito delle associazioni di cui alla lett. h), ma non contribuiscono con propri apporti finanziari e non possono essere il solo beneficiario.

I soggetti proponenti hanno adeguata disponibilità dei prodotti oggetto di promozione in tem1ini di quantità, al fine di rispondere alla domanda del mercato a lungo termine. Nell’avviso, predisposto dal I\1inistero, sono specificati parametri di riferimento.

I soggetti proponenti hanno accesso a sufficienti capacità tecniche per far fronte alle specifiche esigenze degli scambi con i Paesi terzi e possiedono sufficienti risorse finanziarie per garantire la realizzazione quanto più efficace possibile del progetto. N

PRODOTTI OGGETTO DI PROMOZIONE

La promozione riguarda le seguenti categorie di vini confezionati, di cui alla Parte II, Titolo II, Capo I, Sezione 2 e all’allegato VII- Parte H del regolamento:

  • a. vini a denominazione di origine protetta;
  • b. vini ad indicazione geografica protetta;
  • c. vini spumanti di qualità;
  • d. vini spumanti di qualità aromatici;
  • e. vini con l’indicazione della varietà.

PROGETTI AMMESSI

I progetti ammessi sono di tre tipologie,

PROGETTI REGIONALI:  

dove deve essere promossa la produzione della Regione cui viene fatta la domanda,

PROGETTI MULTIREGIONALI,

Dove la domanda è presentata da soggetti aventi la sede operativa in almeno 2 Regioni.

PROGETTI NAZIONALI

Dove si tratta di progetti promossi da soggetti che hanno la sede operativa in almeno 5 Regioni.

AZIONI AMMESSE

Realizzazione di azioni azioni in materia di pubbliche relazioni, promozione e pubblicità che esaltino gli aspetti legati a qualità, sicurezza alimentare o ambientale, partecipazioni a manifestazioni, fiere ed esposizioni a carattere internazionale, campagne informative con particolare attenzione alle denominazioni di origine,indicazioni geografiche e alla produzione biologica ed infine azioni relative a studi atti a valutare i risultati ottenuti dalle azioni di promozione e informazione.

CONTRIBUTO

Nel limite massimo delle 50% delle spese sostenute per realizzare il progetto, percentuale che può essere incrementata attingendo a fondi nazionali o regionali nel limite massimo di un ulteriore 30%.

DOMANDE

In attesa della registrazione del Decreto presso gli organi di controllo.

Ufficio Stampa Veneto Eccellenze