Modello 730/2019 pubblicato in via definitiva dall’Agenzia delle Entrate. Ecco le novità, le istruzioni e la scadenza per la presentazione. Si parte il 15 aprile con la precompilata.

Modello 730/2019 pubblicato in via definitiva dall’Agenzia delle Entrate. Importanti novità nelle istruzioni, con le nuove detrazioni fiscali al debutto nella dichiarazione dei redditi.

Confermata la scadenza del 23 luglio per l’invio, ma già a partire dal 15 aprile l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione il modello di dichiarazione precompilata.

Con la pubblicazione del provvedimento del 15 gennaio, le Entrate illustrano le novità che prenderanno piede nel 730. Aumentano le detrazioni e agevolazioni fiscali che sarà possibile richiedere: abbonamento dei mezzi pubblici, lavori di sistemazione a verde e sussidi scolastici per studenti con DSA sono alcuni dei bonus che debutteranno in dichiarazione dei redditi 2019.

Le novità contenute nelle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate riguardano anche i contribuenti che hanno richiesto l’Ape volontaria. I pensionati con il modello 730/2019 potranno usufruire del credito d’imposta riconosciuto dall’INPS per la copertura di una parte di premi e interessi assicurativi dovuti all’ente finanziatore. La somma spettante sarà indicata all’interno della certificazione unica, il cui termine per la consegna è fissato al 31 marzo.

Invariate le scadenze: dipendenti e pensionati dovranno tenere a mente la data del 23 luglio 2019, sia qualora inviino il modello 730 precompilato che nel caso di trasmissione tramite professionisti o CAF.

Modello 730/2019, novità e istruzioni

La pubblicazione del modello 730/2019 definitivo con il provvedimento del 15 gennaio dà ufficialmente il via alla stagione della dichiarazione dei redditi.

Agenzia delle Entrate – provvedimento 15 gennaio 2019

Approvazione dei modelli 730, 730-1,730-2 per il sostituto d’imposta, 730-2 per il CAF e per il professionista abilitato, 730-3, 730-4, 730-4 integrativo, con le relative istruzioni, nonché della bolla per la consegna del modello 730-1, concernenti la dichiarazione semplificata agli effetti dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, da presentare nell’anno 2019 da parte dei soggetti che si avvalgono dell’assistenza fiscale

Le novità che ci attendono nei prossimi mesi sono tante, a partire dall’analisi delle istruzioni per la compilazione del modello 730/2019 con le nuove detrazioni ed agevolazioni previste.

Partiamo ricordando le scadenze e le date da tenere a mente:

  • il 15 aprile 2019 sarà messo a disposizione dei contribuenti il modello 730 precompilato su Fisconline;
  • il 7 luglio 2019 è la scadenza per l’invio del 730 tramite il sostituto d’imposta (termine che slitta a lunedì 8 essendo di domenica);
  • il 23 luglio 2019 è la scadenza per l’invio del modello 730 precompilato o ordinario.

È sul fronte delle nuove detrazioni fiscali che cresce l’interesse di contribuenti. Prima di analizzare punto per punto le novità contenute nelle istruzioni delle Entrate, si mette di seguito a disposizione il modello in versione pdf per la dichiarazione dei redditi 2019:

Modello 730 2019 versione definitiva

Scarica il modello pubblicato dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 15 gennaio 2019

Istruzioni compilazione modello 730 2019

Scarica le istruzioni per compilare la dichiarazione dei redditi modello 730 anno 2019

Nuovi bonus e detrazioni nel modello 730/2019

Con il modello 730/2019 i contribuenti avranno a disposizione una serie di nuovi ed importanti bonus fiscali.

Uno dei più attesi, grande ritorno dello scorso anno, è la detrazione per l’abbonamento dei mezzi pubblici che consentirà di richiedere un rimborso pari al 19% della spesa sostenuta fino ad un massimo di 250 euro. L’agevolazione potrà essere richiesta anche per i familiari a carico, con particolari vantaggi per le famiglie.

Accanto a detrazioni e deduzioni ormai consuete (come quelle per le spese scolastiche, sanitarie e per i lavori in casa) arriva nel modello 730/2019 il bonus verde e chi ha sostenuto lavori di sistemazione di giardini o terrazze, anche in condominio, avrà diritto ad uno sconto del 36% fino ad un massimo di 5.000 euro di spesa.

Non solo: all’interno del modello 730/2019 debutta anche il nuovo bonus per gli studenti con disturbi specifici dell’apprendimento. La detrazione del 19% è finalizzata a rimborsare parte della spesa sostenuta per l’acquisto di strumenti e sussidi necessari per agevolare l’apprendimento e la comunicazione di studenti con DSA.

Anche gli “apisti” dovranno prestare particolare attenzione alle novità della dichiarazione dei redditi: all’interno della sezione XII del modello 730 bisognerà indicare il credito d’imposta riconosciuto dall’INPS a chi ha avuto accesso all’Ape volontaria. Nel Rigo G14 bisognerà inserire l’importo indicato nel punto 379 della Certificazione Unica 2019.

Sarà proprio la CU 2019 (l’ex modello CUD) a dare il via ufficiale alla stagione di dichiarazione dei redditi: il 7 marzo i sostituti d’imposta dovranno trasmetterla all’Agenzia delle Entrate ai fini della predisposizione del 730 precompilato.

Ufficio Stampa Veneto Eccellenze