La necessità vitale di ogni impresa è quella di continuare a vendere i propri prodotti o servizi. Da qui la ricerca continua mirata al consolidamento dei fatturati acquisiti e della ricerca finalizzata ad incrementarli. Molto spesso nelle piccole e medie imprese, tali obiettivi vengono perseguiti attraverso intuizioni individuali, strategie “fai da te”. Si partecipa magari a macchia di leopardo a qualche evento fieristico nazionale o estero, con grande dispendio di soldi ed energie che non di rado non vengono poi ricompensati da nuovi fatturati. Oggi Vi segnalo volentieri una opportunità importante su cui rivolgere il Vostro interesse in quanto alla portata di chiunque, piccole imprese incluse.

Frequentemente ci capita di leggere o parlare di delocalizzazione di impresa oppure di internazionalizzazione, di esportazione, di strategie commerciali funzionali all’ingresso in nuovi mercati stranieri per la propria azienda. Ora, tra le varie opportunità in diverse aree geo-economiche del mondo, anche dal Messico ci viene segnalata una nuova interessante opportunità. Questo Paese con significative similitudini sociali, religiose e culturali assimilabili alla nostra Italia di trent’anni fa, offre oggi alle piccole e medie imprese, l’occasione di aprirsi su quei mercati attraverso la rete delle camere di commercio messicane per la vendita dei propri prodotti e/o servizi, finanche giungere alla progettualità per l’internazionalizzazione della propria impresa.

A cittadella, il 16 aprile scorso, presso gli uffici di A.B.O. (www.abopportunity.it), alla presenza di importanti figure istituzionali della regione Veneto, della Stampa nazionale e soprattutto del referente estero nonché relatore del progetto di interscambio tra Italia e Messico, Dottor Patrizio Baroni dell’ ufficio relazioni internazionali di CANACO (camera di commercio messicana), è stata illustrata l’opportunità di sviluppare l’impresa sia sotto l’aspetto dell’esportazione che in quello di potenziamento  funzionale all’avviamento ed alla creazione di nuove realtà produttive in un Paese che bisogna ricordarlo, attualmente vanta già oltre 50 accordi bilaterali con altrettante nazioni, di cui la maggior parte principalmente nel continente nord-americano.

Un Paese incredibile per le potenzialità tutt’oggi inespresse, dal basso costo del lavoro, delle materie prime e per la ricchezza del sottosuolo. Un Paese che si presenta come partner ottimale anche per via della sua notevole infrastrutturazione in termini di porti aeroporti e vie di grande comunicazione, in grado di ottimizzare agevoli interscambi commerciali. Un Hub strategico per i Mercati dell’America del nord, ma anche di quella centrale e del sud.

Molte leggi a supporto della creazione di nuova impresa ed utili ad agevolare (ed invogliare) investimenti da parte delle imprese italiane. Unitamente alla bassa pressione fiscale, questa realtà geografica si rende un’area da tenere in alta considerazione per le nostre aziende. La “Business Vision” non è soltanto quella di affiancarsi  alle imprese artigiane interessate, ma anche di sostenere un modello imprenditoriale in grado di contrastare lo strapotere delle multinazionali che nel mondo della produzione del commercio internazionale, oggi sono il concreto limite allo sviluppo anche nel nostro stesso territorio. Un’opportunità dunque ghiotta che nella sua prima fase sará anche gratuita dato che le prime analisi di verifica circa le reali possibilità di avvicinarsi a quel Mercato avverrebbero senza alcun onere per le imprese stesse. Si tratta di una analisi che sarà infatti sviluppata direttamente dal sistema camerale messicano. Una azione “inclusiva” in grado cioè di collaborare con le differenti realtà italiane che sono propense  oggi a muoversi ed operare in questa direzione strategica dal punto di vista economico produttivo e commerciale.

Anche il comparto agroalimentare, troverebbe in Messico delle opportunità estremamente ghiotte per le aziende italiane interessate a strutturarsi nell’esportazione di macchinari e know-how di settore in quell’area del mondo. La congiuntura economica favorevole, le agevolazioni fiscali e finanziarie messe a disposizione dal governo messicano per le imprese italiane, l’opportunità di creazione di una porta d’accesso per l’intero Mercato statunitense, rendono necessaria questa segnalazione a tutte le imprese del nord est. (referente per A.B. Opportunity Italia,: dr. Francesco Regola).

Stefano Cannas