Ha aperto da pochi mesi a Padova il nuovo food shop online Merryday, che grazie a internet e al progresso tecnologico offre servizi innovatavi e convenienti di ecommerce enogastronomico. Ce ne parla la co-fondatrice Chiara Volpato.

Ci presenti la tua azienda?

“Abbiamo messo assieme due aspetti sempre più legati fra loro: spesa e cucina con consegna a domicilio”.

Perchè questo nome?

“Merryday ossia felice giornata è stato scelto per la sua positività. Arriviamo dai nostri clienti, suoniamo il campanello e quando rispondono ci presentiamo con il nostro buon giorno, un bel saluto e anche un augurio positivo, perfetto inoltre per un evento, una festa, un compleanno”.

Come è nata la vostra azienda?

“I sei soci fondatori, persone con famiglia e molti impegni, cercavano un nuovo servizio di consegna a domicilio di spesa e cibo di qualità. Qualcosa del genere non c’era, così è nata l’idea di Merryday  grazie a precedenti esperienze nel mondo della refrigerazione. Il capannone è in zona industriale a Padova”.

Quale è la vostra mission?

“Aiutare le persone e le famiglie che hanno poco tempo, consentendo loro di fare comodamente la spesa da casa o di pranzare in modo veloce, ma sano. Consegniamo direttamente ai nostri clienti i prodotti del supermercato e la nostra cucina propone piatti gustosi, ma bilanciati, da consumare a casa o in ufficio”.

Come si compra da voi?

“La nostra struttura funziona così: dal nostro sito www.merryday.it arrivano gli ordini che vengono raggruppati automaticamente per aree omogenee. I nostri cosiddetti picker hanno dei palmari al polso che indicano loro l’ubicazione dei prodotti. Ogni articolo viene prelevato e sistemato nei sacchetti che si muovono fra gli scaffali grazie ad un sistema di trasporto automatico. In questo modo siamo molto veloci e gli errori sono ridotti quasi a zero”.

Come avviene la consegna al cliente?

“Si può prenotare la consegna dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20, il sabato dalle 8 alle 14 e la domenica su richiesta. Il trasporto al cliente si effettua attraverso i nostri mezzi refrigerati. Mantenere gli alimenti, freschi o surgelati, alla temperatura corretta fino a casa del cliente è fondamentale per la sicurezza e la salute delle persone. I nostri furgoni sono dotati di allestimenti speciali per un carico svolto da una sola persona in massimo 3 minuti. I driver sono tutti nostri dipendenti diretti formati per andare in consegna con un preciso dress code facilmente riconoscibile. Gli insegniamo come presentarsi al cliente, ad esempio fermarsi sempre sulla soglia di casa salvo che non siano autorizzati ad entrare, per posare le buste della spesa sul tavolo in cucina. Con i driver si instaura un rapporto umano e dopo un pò i clienti imparano a conoscerli chiamandoli anche per nome”.

In più c’è la cucina digitale..

“Unire la cottura espressa degli alimenti alla spesa è stata una sfida molto ambiziosa e complessa. Abbiamo progettato da zero una cucina professionale e l’abbiamo dotata di tutte le migliori tecnologie disponibili. Non siamo un ristorante tradizionale, ma digitale perché non abbiamo tavoli nella nostra sede. Dalla scelta degli ingredienti, alla preparazione dei piatti, fino al trasporto e alla consegna, tutto è gestito esclusivamente dal nostro personale. Facciamo una selezione molto attenta degli ingredienti e privilegiamo sempre quelli freschi e stagionali”.

Cosa vi differenzia dai servizi esistenti di food delivery?

“Tutti noi consumiamo sempre più piatti cucinati fuori e consegnati a casa da trasportatori terzi. Ma i ristoranti tradizionali non hanno un menù pensato ad hoc per il delivery e anche il servizio di trasporto non è esente da critiche dato che si tratta di vettori esterni con elevato turnover dei fattorini, che spesso sono poco preparati e attenti all’igiene nel trasporto. Noi abbiamo deciso di non appaltare le consegne ad altri, ce ne occupiamo direttamente con il nostro personale e un sistema logistico che garantisce la massima sicurezza per il nostro costumer. Avere un controllo totale sull’intero processo garantisce un livello qualitativo molto alto”.

In quanto tempo consegnate?

“Questo è un altro nostro punto di forza. Grazie alle tecnologie di cui è dotata la nostra azienda siamo in grado di consegnare l’ordine in giornata anche entro un’ora. Questo è possibile perché l’area che serviamo dalla sede è il comune di Padova e la cinta limitrofa. La velocità di consegna rappresenta un grande vantaggio per i nostri clienti perché tutti noi quando abbiamo il frigorifero vuoto, vogliamo ricevere subito la spesa”.

E le spese di consegna?

“La consegna è sempre gratuita! In questo modo le famiglie possono utilizzare un servizio rapido ed efficiente risparmiando al tempo stesso”.

Importo minimo per l’ordine?

“Partiamo dagli 8 euro. E’ una cifra molto bassa, perché la volontà è di lasciare massima libertà al nostro cliente. A volte compra per 80 euro e fa una spesa completa, a volte compra per 8 euro perché si accorge che manca solo il pane e il latte e noi gli portiamo anche quelli”.

Metodi di pagamento?

“In contanti o bancomat alla consegna oppure online con carta di credito”.

Il packaging?

“Usiamo solo sacchetti di carta biodegradabili per la spesa e contenitori che possono essere riutilizzati più volte per la cucina”.

C’è un limite per l’acquisto dell’acqua?

“Anche qui lasciamo totale libertà ai nostri clienti che possono acquistare tutte le casse che vogliono”.

E riguardo salumi e formaggi?

“Un nostro punto di forza sono proprio questi prodotti freschi. Mentre i picker preparano le borse della spesa, in cucina affettiamo il prosciutto e prepariamo i formaggi. Tutto è sincronizzato per avere l’ordine pronto nell’esatto momento del carico”.

Frutta e verdura?

“Selezioniamo ogni giorno solo le qualità extra. Ad esempio abbiamo solo ananas maturato in pianta e raccolto nel momento migliore e la differenza rispetto ai frutti maturati in nave è davvero enorme”.

E se si vuole un vino?

“Abbiamo un’ottima selezione di etichette italiane e del territorio. Forniamo anche il vino freddo a richiesta e senza alcun sovrapprezzo.  Se in una cena con gli amici manca il vino fresco che serata è?”

Essendo un’attività di e-commerce, come fate a creare un rapporto con i vostri clienti?

“Il rapporto umano è la vera essenza del nostro lavoro. Molti clienti utilizzano il servizio di ordine telefonico ed entrano in contatto con il nostro team del front office parlandosi direttamente. Altri ci chiamano per indicarci il livello di maturazione dei kiwi che preferiscono o cose simili.. Noi annotiamo le preferenze nelle schede del cliente e cerchiamo sempre di soddisfarlo al meglio. Siamo una sorta di casolino 4.0 perché usiamo tecnologie molto avanzate, ma mettiamo sempre al primo posto chi entra nel nostro negozio virtuale”.

E per gli anziani avete un occhio di riguardo?

“Riserviamo grande attenzione a loro, portiamo le borse in cucina o dove preferiscono e suggeriamo i prodotti ideali per qualche loro ricetta preferita. Abbiamo scoperto che molti utilizzano la nostra piattaforma web, altri invece desiderano imparare ad usarlo per essere autosufficienti anche per la spesa e così abbiamo iniziato ad organizzare incontri specifici per insegnare l’utilizzo della nostro sito anche agli over 70”.

Siete flessibili?

“Certamente. Capita che il cliente dimentichi un prodotto e ci chiami all’ultimo per aggiungerlo, per noi è normale e diamo sempre massima disponibilità. Altre volte ci avvisano che non saranno a casa all’ora previsto per la consegna, in questo caso il driver si accorda per un nuovo orario”.

Avete un servizio per la pausa pranzo?

“Sì dato che siamo tutti sempre più attenti alla salute e alla linea e vogliamo mangiare bene. Il pranzo veloce è spesso sinonimo di scarsa qualità, ma nel nostro caso è l’opposto. Proponiamo piatti completi dove gli ingredienti sono combinati per offrire il giusto apporto calorico mantenendo però leggerezza e digeribilità. Abbiamo un packaging pratico che rende facile e piacevole consumare in ufficio il nostro cibo da solo o con i colleghi”.

Lavorate anche con le aziende?

“Forniamo buffet completi per meeting o eventi e utilizziamo vassoi eleganti studiati appositamente per essere trasportati con i nostri mezzi refrigerati”.

Sviluppi futuri?

“I progetti sono tanti. Per il momento ci concentriamo sullo sviluppo della sede di Padova ma il nostro format è esportabile facilmente anche in altre città. Pensiamo che questo sarà il futuro”.

Paolo Braghetto