Bonus rubinetti dal 2020, con l’estensione della detrazione del 65% per gli acquisti che consentono di ridurre i consumi di acqua. Le novità sono parte della Legge di Bilancio, che estende il perimetro degli sconti fiscali per i lavori in casa.

Un nuovo bonus vedrà la luce con la Legge di Bilancio 2020: gli sconti sui lavori in casa si estendono anche ai rubinetti, con particolare attenzione a quei sistemi che consentono di ridurre i consumi di acqua.

Tra gli innumerevoli emendamenti presentati al testo della Legge di Bilancio 2020 spiccano quelli dedicati ad estendere gli sconti fiscali sui lavori in casa. Di particolare appeal è quello che il Movimento 5 Stelle punta ad introdurre per invogliare i contribuenti ad acquistare nuovi rubinetti e soffioni doccia che consentono di risparmiare sui consumi idrici.

Sarà mediante l’estensione dell’ecobonus che partirà il bonus rubinetti dal 1° gennaio 2020. La detrazione sarà pari al 65% della spesa sostenuta.

Bonus rubinetti: nuovi sconti fiscali in Legge di Bilancio 2020

Si sta rivelando particolarmente intenso e ricco di novità il lavoro della Commissione in Senato: il bonus rubinetti è proprio una delle novità contenuta negli emendamenti al testo della Legge di Bilancio 2020.

Accanto al nuovo bonus facciate, ed agli ormai noti bonus ristrutturazioni, mobili ed ecobonus, debutterà la nuova detrazione fiscale per le spese sostenute ai fini della sostituzione dei rubinetti e dei soffioni doccia.

L’emendamento fissa in maniera chiara i requisiti richiesti, ed emerge subito che la ratio del nuovo bonus fiscale è quello di ridurre i consumi idrici.

Come riportato dal Sole24Ore, la Legge di Bilancio 2020 estenderà l’ecobonus del 65% anche per:

“l’acquisto e la posa in opera di rubinetteria sanitaria con portata di erogazione uguale o inferiore a 6 litri al minuto, soffioni doccia e colonne doccia attrezzate con portata uguale o inferiore ai 9 litri al minuto, cassette di scarico e sanitari con volume medio di risciacquo uguale o inferiore ai 4 litri.”

Per quanto concerne il limite di spesa, si parla di una somma pari a 3.000 euro, riconosciuto per le spese sostenute dal 2020 e fino al 31 dicembre 2022.

Non solo rubinetti: nuovo bonus facciate fino a 192.000 euro di spesa

Come anticipato, il pacchetto dei bonus casa si presenta particolarmente articolato ed interessato anche per il 2020. Accanto alle proroghe delle detrazioni per ristrutturazioni, risparmio energetico ed acquisto di mobili ed elettrodomestici, la vera novità (l’unica per ora ufficiale) è rappresentata dal bonus facciate del 90%.

I proprietari gli immobili e i condomini potranno beneficiare della detrazione del 90% delle spese sostenute per il rifacimento delle facciate esterne e dei giardini. Con gli emendamenti in Commissione vengono definiti in maniera più chiara i paletti della misura: il limite di spesa detraibile sarà fissato a 192.000 euro, ed il bonus potrà essere cumulato con gli altri incentivi per chi effettua lavori in casa.

Ancora è irrisolto il dubbio di quali spese saranno detraibili: si potranno scaricare anche quelle relative ai lavori avviati nel 2019, documentate nel 2020? L’attuale formulazione della norma fa propendere per il sì, ma per avere certezze sarà necessario attendere l’ok definitivo alla Legge di Bilancio 2020.

Il Direttore Generale Rete di Veneto Eccellenze