Sold out al Teatro Verdi di Padova per l’iniziativa #adottaunbosco organizzata delle donne di Coldiretti Veneto. Una serata unica con due grandi artisti: Chiara Luppi e Vittorio Matteucci che hanno dato voce voce al silenzio dei boschi dell’altopiano di Asiago, del Cadore e dell’Agordino distrutti dalla furia della natura. Quel silenzio assordante almeno per una sera è diventato musica. Tra soul i grandi successi di Lucio Battisti, Zucchero, Aretha Franklin, Hearth Wind and Fire una serata ad alto tasso di divertimento e ottima musica.

L’idea partita dalle imprenditrici agricole padovane,ha subito coinvolto le colleghe del regionale e  del nazionale, in un abbraccio solidale tutto al femminile. E hanno accettato l’invito e questa nuova sfida anche Chiara Luppi e Vittorio Matteucci. Lei voce forte e bellissima,, reduce dal grande successo del suo album TU, al lavoro per un nuovo disco e ospite fissa di Uno Mattina in Famiglia il sabato e la domenica su Rai Uno, lui uno dei più grandi cantattori italiani di musical all’Ariston con Riccardo Cocciante e Giò di Tonno pronto a tornare ad interpretare Frollo di Notre Dame de Paris in tour in tutta Italia. A dare loro manforte la U.S. Band. Anche la padovana Lisa Zaccaria che vive e lavora a New York ha voluto esserci simbolicamente donando una sua creazione: un disegno animato che mostra la nascita dal seme, di un maestoso albero fonte di vita. Lisa Zaccaria founder di thebrandingstudio.com, amica del cuore di Chiara Luppi si occupa di branding, grafica e strategie di marketing e a questa iniziativa legata alla sua regione proprio non voleva mancare. A presentare la serata una bella e brava Miss Italia:Gloria Zanin.

L’iniziativa è stata davvero un successo tanto che con il ricavato sarà possibile ricostruire 150 mila metri quadrati di bosco. Tanti i messaggi tra cui quello della seconda carica dello Stato la Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, padovana da sempre attenta alle iniziative solidali e sociali. «Sono idealmente con voi» ha scritto la Presidente  alla leader nazionale di Coldiretti Donne Impresa Monica Merotto «nel fornire il mio contributo per una causa fondamentale per il nostro amato territorio. La bellezza unica dei boschi, i paesaggi incontaminati, il tessuto produttivo, la vocazione artigianale e turistica: siamo i depositari di un patrimonio naturale e sociale unico al mondo, che deve essere ripristinato, tutelato, valorizzato. E’ una grande sfida che chiama in causa tutti. Un compito che voi imprenditrici agricole avete dimostrato da subito di saper affrontare con il coraggio e la visione che vi contraddistinguono e che, sono certa, saranno gli elementi fondanti del successo delle vostre attività solidali».

Giuliana Lucca