Smau è tornato a Padova: il 28 e 29 marzo: la dodicesima edizione del Salone Macchine e Attrezzature per l’Ufficio si è presentata  piena di novità al padiglione 11 della Fiera. Realtà aumentata, intelligenza artificiale, innovazione pronta all’uso applicata al mondo del commercio e turismo, smart communities, industria 4.0, valorizzazione del Made in Italy e in particolare dell’Agrifood tra gli argomenti più “caldi” del 2019.

La manifestazione di livello nazionale ideata dal padovano Pierantonio Macola è diventata ormai una guida di orientamento per tutte quelle imprese del Nordest che hanno la necessità di trovare dei modelli a cui ispirarsi e dei partner con cui collaborare per realizzare i propri progetti di innovazione. La formula collaudata è quella dell’Open Innovation che mette insieme startup e imprese mature che insieme possono completarsi dando vita a nuovi prodotti e servizi, in modo rapido, per far fronte ad una dinamicità del mercato che impone alle aziende un costante rinnovamento.

“Smau è un’agenzia matrimoniale che facilita il primo contatto tra le due realtà e che ogni anno presenta, sul territorio esempi concreti di queste unioni affinché altre aziende possano intraprendere lo stesso percorso” ha affermato il Ceo Macola. Ricco come sempre il programma di eventi formativi e momenti di networking e di condivisione delle esperienze di innovazione sul territorio con un fitto calendario di workshop gratuiti da 50 minuti a cura di docenti, analisti ed esperti che hanno affrontato temi di massima attualità come la fatturazione elettronica, i pagamenti digitali, il fintech, l’intelligenza artificiale, i big data e gli analytics, la cyber security, la blockchain. Tra le imprese, startup e player del digitale nazionali e internazionali presenti come Cisco, Consorzio CBI, HPE, Oracle, SAP, Seeweb e Unify anche grandi realtà del Triveneto come Lattebusche, Caffini, Stevanato Group, Danfoss, Eurotech che saranno raccontate nell’ambito di Smau Live Show e condivise con il pubblico affinché diventino modelli di eccellenza da cui trarre ispirazione.

Non sono mancati i case study di imprese locali nel settore dell’agrifood, commercio, turismo che concorreranno al Premio Innovazione Smau per le più innovative aziende del Nordest. Nell’area espositiva hanno partecipato 10 startup venete che saranno a disposizione con i loro prodotti e servizi per supportare imprese e pubblica amministrazione nell’intero processo di trasformazione digitale. Presente anche la Regione Veneto con l’obiettivo di portare avanti un’attività di ascolto dal basso delle diverse proposte e suggestioni da parte di imprese e cittadini: giovedì ha a un evento in collaborazione con AgID dedicato al tema dell’e-Leadership, la capacità di introdurre, utilizzare e sfruttare al meglio l’innovazione e le tecnologie digitali per dare concretezza progetti di innovazione digitale; venerdì con 10 tavoli di lavoro sono stati affrontati i temi di Social Design PA, Co-Design e Co-Progettazione, un nuovo modo di realizzare progetti di innovazione in collaborazione tra pubbliche amministrazioni, aziende ICT e associazioni di imprenditori.

La Camera di Commercio di Padova ha allestito una postazione PID (Punto Impresa Digitale) per le imprese del territorio che vogliono conoscere le opportunità di formazione, i bandi e gli strumenti finanziari previsti dal Piano Nazionale Impresa 4.0 e consegnerà infine il Premio BUL, Banda Ultralarga all’impresa che ha compreso meglio i vantaggi della digitalizzazione.

Paolo Braghetto