La scadenza di novembre delle Lipe sarà l’ultimo appuntamento per le comunicazioni IVA trimestrali del 2019. È possibile evitare l’invio per il quarto trimestre anticipando alla fine di febbraio il termine per la trasmissione della dichiarazione IVA.

Ultima scadenza per le Lipe 2019: l’invio di novembre relativo ai dati delle liquidazioni IVA del terzo trimestre chiude l’anno, ma soltanto nel rispetto di determinati requisiti.

Per le Lipe del quarto trimestre è possibile “saltare” la scadenza, fissata alla fine del mese di febbraio, nel caso di invio anticipato della dichiarazione IVA relativa all’anno d’imposta 2019.

La novità è stata introdotta dal Decreto Crescita 2019 al fine di evitare un doppio adempimento ad imprese e professionisti.

Se la scadenza delle Lipe del terzo trimestre sarà l’ultima del 2019 lo deciderà però il singolo contribuente, che potrà scegliere se anticipare o meno l’invio della dichiarazione IVA relativa all’anno d’imposta 2019 in anticipo ed entro la fine del mese di febbraio 2020.

Lipe 2019, a novembre l’ultima scadenza. Quarto trimestre con la dichiarazione IVA

Tra le scadenze fiscali del mese di novembre si inserisce anche l’invio telematico delle Lipe. Il termine di trasmissione per la comunicazione dei dati delle liquidazioni IVA del terzo trimestre è fissato di norma al 30 novembre che tuttavia, cadendo di sabato, per l’anno in corso slitta al 2 dicembre.

Come ormai noto, la trasmissione dei dati delle liquidazioni IVA periodiche si effettua entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo a ogni trimestre. Fanno eccezione i dati delle Lipe del secondo trimestre, la cui scadenza è fissata al 16 settembre, e quelli relativi al quarto trimestre dell’anno.

La scadenza della comunicazione dei dati delle liquidazioni IVA di chiusura dell’anno è fissata alla fine del mese di febbraio dell’anno successivo a quello del periodo d’imposta di riferimento.

Non sarà così per tutti nel 2020. Per effetto delle novità introdotte dal Decreto Crescita, ai contribuenti viene consentito di trasmettere i dati delle liquidazioni trimestrali insieme alla dichiarazione IVA.

Lipe quarto trimestre, invio con la dichiarazione IVA entro il 2 marzo 2020

La comunicazione dei dati delle liquidazioni IVA del quarto trimestre può essere effettuata con la dichiarazione annuale che, in tal caso, deve essere presentata entro il mese di febbraio dell’anno successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta.

Questo è quanto previsto, a decorrere dal 2019, per effetto della modifica apportata dal Decreto Crescita al comma 1 dell’articolo 21-bis del decreto-legge numero 78 del 31 maggio 2010.

Il 2020 sarà l’anno del debutto di una novità voluta per evitare il doppio invio di dati e per sfoltire il calendario degli adempimenti per imprese e professionisti.

Il debutto dell’invio delle Lipe del quarto trimestre con la dichiarazione IVA coincide con la ricorrenza dell’anno bisestile, che concederà quindi un giorno in più di tempo a tutti gli adempimenti in scadenza solitamente il 28 febbraio.

Il 29 febbraio è però un sabato e, pertanto, la trasmissione della dichiarazione IVA anticipata, con all’interno anche i dati delle Lipe di chiusura del 2019, dovrà essere effettuata entro il 2 marzo 2020.

Si specifica infine che la scelta resta in capo al contribuente: sarà questi infatti a scegliere se trasmettere le Lipe del quarto trimestre singolarmente, o se anticipare l’invio della dichiarazione IVA al 2 marzo 2020. La scadenza per la trasmissione della dichiarazione annuale resta in ogni caso fissata al 30 aprile.

Ufficio Stampa Veneto Eccellenze