Il nuovo bando di Regione Veneto per il settore cultura

L’attuale situazione ha sconvolto l’intero sistema economico. L’ambito culturale ha risentito in modo particolare l’interruzione delle attività, con importanti conseguenze e notevoli danni sia in termini economici che sociali, sia rispetto alla comunità. Pur compiendo un notevole sforzo ri-organizzativo e di creatività per rivedere e ripensare i propri servizi, il settore culturale e, in particolare, il comparto dello spettacolo dal vivo e delle arti performative, ha patito in misura maggiore la crisi. Con DGR n. 818 del 23 giugno 2020 intende fornire strumenti agli operatori e ai protagonisti del settore delle industrie creative e culturali per rilanciare nuove produzioni in grado di narrare a livello internazionale il contesto della società attuale.

Verranno dunque finanziati percorsi formativi e di accompagnamento per la riorganizzazione delle attività e dei servizi culturali, finalizzati a ridisegnare l’offerta, ad adeguare gli spazi culturali secondo le nuove modalità di sicurezza e a progettare nuovi servizi e nuove produzioni culturali in stretta attinenza con l’attualità. Tali produzioni potranno anche essere oggetto di manifestazioni e rassegne culturali organizzate con il coordinamento dell’amministrazione regionale nell’anno 2021 o negli anni a seguire.

Verranno sostenute la progettazione e la realizzazione di nuovi servizi e nuove proposte culturali capaci di raccontare anche a livello internazionale la situazione nazionale e regionale attuale, al fine di perseguire i seguenti obiettivi:

– ridefinizione delle modalità di richiesta o di fruizione dei servizi culturali;

– adattamento e modifica dell’offerta di servizi/produzioni (via web o in presenza, con distanziamento sociale o piccoli gruppi, ecc);

– revisione dei modelli organizzativi di produzione ed erogazione dei servizi e delle produzioni;

– allestimento di nuove forme di spettacoli/rappresentazioni;

I progetti – che potranno essere presentati da un’unica azienda o da più aziende con i medesimi bisogni- dovranno prevedere l’ideazione e attuazione di un Piano di Adeguamento e Rilancio dei servizi/prodotti culturali erogati dalle imprese del settore. Tale Piano dovrà essere sviluppato a partire dall’analisi dei bisogni delle organizzazioni nell’ottica di individuare soluzioni innovative per adeguare, ridefinire e rilanciare i servizi erogati dalle stesse organizzazioni. Potranno essere realizzate una serie di attività che, grazie all’utilizzo di un insieme variamente combinato di strumenti, rientrino nelle seguenti fasi:

Nella prima fase progettuale verranno previste attività per la messa a punto del Piano di Adeguamento e di Rilancio dell’offerta di servizi e produzioni artistiche e culturali, a cui potrà seguire una fase formativa anche in merito ai fabbisogni di alfabetizzazione o di aggiornamento delle competenze digitali rilevanti per il settore.  È prevista, inoltre, una fase di potenziamento organizzativo e di adeguamento delle strutture alle esigenze di sicurezza, distanziamento sociale, costi di sanificazione, acquisizione di Dispositivi di Protezione Individuale, ecc. È possibile prevedere, infine, la realizzazione di interventi di promozione e diffusione della nuova offerta, mediante interventi mirati, canali social, festival, ecc.

info e scadenze: https://www.regione.veneto.it/web/formazione-e-istruzione/fse

Giusy Locati