Anche l’impresa artigiana, complice il passaggio generazionale, va verso il rinnovamento

Con drg 1866 del 17 dicembre 2019 –  Interventi a favore dell’artigianato veneto, in attuazione della Legge regionale 8 ottobre 2018, n. 34 “Norme per la tutela, lo sviluppo e la promozione dell’artigianato veneto” –  Sono in arrivo nuovi strumenti agevolativi a favore delle imprese artigiane.

La Regione del Veneto ha dato il via al Bando per l’acquisto di consulenze specialistiche in materia di digitalizzazione e passaggio generazionale con il preciso intento di diffondere e stimolare la cultura digitale tra le imprese artigiane del territorio aumentandone la consapevolezza.  Soluzioni  i benefici offerti dal digitale sono spesso appannaggio delle realtà di maggiori dimensioni, ma anche l’impresa artigiana, attraverso l’implementazione di tecnologie che possono contribuire alla digitalizzazione degli aspetti produttivi, gestionali e organizzativi può fare notevoli passi in avanti. Fondamentali diventano la consulenza e l’affiancamento specialistico.

Il Bando ha una dotazione finanziaria iniziale pari ad euro 3.100.000,00. Sono ammissibili a contributo le spese sostenute per le prestazioni di consulenza specialistica rese da soggetti indipendenti e dotati di comprovata esperienza nelle materie descritte dal bando.

Sono ammesse alle agevolazioni le imprese artigiane  iscritte all’albo delle imprese artigiane da almeno cinque anni  alla data di presentazione della domanda:

Sono ammissibili a contributo (voucher):

“a) gli interventi finalizzati all’introduzione in azienda di tecnologie e nuove competenze digitali che possano contribuire ad una concreta digitalizzazione degli aspetti produttivi, gestionali ed organizzativi delle imprese attraverso processi di consulenza e di affiancamento aziendali;

  1. b) gli interventi finalizzati ad accompagnare le imprese, attraverso attività di consulenza e di

affiancamento aziendali che possono prevedere anche la figura del Temporary Manager, nelle

operazioni volte a garantire il futuro dell’azienda tramite la pianificazione del ricambio generazionale”

L’agevolazione, in forma di contributo a fondo perduto, è accordata sotto forma di voucher:

-€ 3.500,00 max (50% delle spese ammissibili) per consulenze specialistiche in materia

di digitalizzazione

-€ 7.500,00 max (75% delle spese ammissibili) per consulenze specialistiche in materia di passaggio generazionale.

L’attività progettuale oggetto dell’agevolazione deve essere portata a termine entro il

4 maggio 2021 .

La fase di compilazione della domanda è attiva dal giorno 10 marzo 2020.

La domanda potrà quindi essere presentata a partire dalle ore 10.00 di martedì 31 marzo 2020.

Giusy Locati