Il noto brand Hydrogen di sportswear di lusso ha celebrato al Pitti Uomo di Firenze la sua nuova collezione con un originale evento alla Fortezza.

Su un mini campo da tennis per l’occasione si sono sfidati gli ambassador del mondo della racchetta Tomas Berdych (numero 4 della classifica Atp nel 2015), Giorgio Galimberti, Alberto Giraudo, l’ambassador del golf Ascanio Pacelli e il designer e fondatore del marchio del teschio, il padovano Alberto Bresci. “La grande novità è il lancio dello sportswear tecnico di lusso nel comparto degli store multibrand fashion – ha confessato il manager, che ha la sua sede operativa nella Città del Santo – cosa che in realtà per Hydrogen non e’ una novità perché è quello che facciamo da 15 anni.

Siamo stati i primi ad avere questa intuizione e il mio sogno è sempre stato quello di portare l’abbigliamento sportivo nel comparto high-end. Fortunatamente da qualche anno il mercato della moda mi sta dando ragione e nell’ultimo anno anche i numeri tant’è che abbiamo aperto lo scorso gennaio un nuovo ramo d’azienda, la Technical Sportswear Division che ha registrato un aumento del 100% nel 2018 e un turnover di +300% nel canale e-commerce con un fatturato di 12,5 milioni e un + 20% in atto per la stagione 2019-2020.

Affianca la storica Fashion Division un nuovo team dedicato all’abbligliamento tecnico, che collabora sinergicamente, prendendo il know-how uno dell’altro, cosa che i big del settore possono fare solo con delle operazioni di co-branding con marchi tecnici sportivi. Per noi questa era un’occasione da non perdere, proponendo ai nostri buyer una tipologia di prodotto facile e ricercato a cui il consumatore finale non può rinunciare.

La nuova Technical Sportswear Division preannuncia un’espansione ancora più globale e una futura specializzazione in altri sport”. Il marchio è stato fondato nel 2003 da Alberto Bresci, ispirato all’epoca da una vecchia camicia in jeans appartenuta all’avvocato Gianni Agnelli, la cosiddetta “Camicia Avvocato” divenuta capo iconico. Attualmente le linee sono Hydrogen Man, Woman, Kids, Eyewear per il prêt-à-porter, Hydrogen Tennis, Hydrogen Golf e Performance per lo sport tecnico. “I look intercambiabili nel quotidiano sono il fil-rouge della nuova collection Spring Summer 2020 con capi in cotone come felpe e pantaloni e dettagli active, in particolare  bande fluo e reflex in triacetato – conclude Bresci, grande appassionato di tennis e sponsor tecnico l’anno scorso del più forte campione italiano, Fabio Fognini – sono tutti elementi identificativi della proposta “Hydrogen Superfast” con outfit specifici per l’uomo metropolitano alla ricerca delle alte performance, che però non vuole abbandonare lo stile luxury”.

Paolo Braghetto