• Ford Motor Company introdurrà i test sui veicoli a guida autonoma sulle strade di Washington, D.C.
  • L’Ovale Blu e le autorità di Washington, D.C., sono all’opera per comprendere come meglio distribuire la presenza dei veicoli a guida autonoma nei diversi quartieri della città, in modo da promuovere anche la creazione di nuovi posti di lavoro
  • Ford Motor Company, inoltre, sta collaborando con il centro di formazioneC. Infrastructure Academy, per preparare i residenti alle nuove professioni collegate all’introduzione dei test sui veicoli a guida autonoma

 

Dearborn, Stati Uniti, 24 ottobre 2018 – Dopo l’introduzione delle sperimentazioni sui veicoli a guida autonoma a Detroit, Pittsburgh e Miami, Ford Motor Company porta i test, per la prima volta, sulle strade di Washington, D.C., con l’intento di sviluppare un business creato ad hoc sui bisogni della città e dei suoi abitanti.

L’Ovale Blu e le autorità di Washington, D.C., sono all’opera per comprendere come meglio distribuire la presenza dei veicoli a guida autonoma nei diversi quartieri della città, in modo da promuovere anche la creazione di nuovi posti di lavoro.

“L’avvento dei veicoli a guida autonoma rappresenta un’opportunità per rendere più accessibile e più facile, per le persone, trovare nuovi posti di lavoro, intervenendo dove i trasporti pubblici non arrivano, introducendo metodologie di consegna per il cibo e gli altri prodotti e altro ancora. Significherà anche un grande cambiamento e il modo in cui ci prepariamo a questo cambiamento avrà un forte impatto sulle persone e le loro comunità”, ha dichiarato Sherif Marakby,CEO, Ford Autonomous Vehicles LLC. “Ecco perché lavoreremo con le amministrazioni locali di Washington, DC, per garantire la distribuzione dei nostri test in tutti gli otto quartieri del distretto, con progetti pilota dedicati, lavorando per l’implementazione di un servizio commerciale nel 2021”.

La società partner Argo AI, al fianco di Ford Motor Company nell’ambito della propria strategia di sviluppo della guida autonoma, ha già predisposto alcuni veicoli mappando i percorsi sulle strade distrettuali di Washington, D.C., come fase iniziale prima della effettiva sperimentazione in modalità autonoma, con l’intento di espanderne la presenza, nel corso del prossimo anno, fino alle aree più centrali della città.

Inoltre, Ford Motor Company sta collaborando con il centro di formazione D.C. Infrastructure Academy, per preparare i residenti alle nuove professioni collegate all’introduzione dei test sui veicoli a guida autonoma. L’obiettivo è di formare professioni tecniche e operative, figure che saranno adoperate per occuparsi del funzionamento e il monitoraggio in sicurezza dei veicoli di prova, sia sulle strade pubbliche sia su percorsi chiusi, durante tutto il processo di sviluppo.

L’introduzione dei test nella città di Washington, D.C. rappresenta un’opportunità per riflettere sulla creazione del business legato completamente alla guida autonoma. La città è uno dei più grandi centri economici degli Stati Uniti e il numero di persone che la popolano durante l’orario di lavoro cresce in modo significativo, visto che molti si spostano dalla periferia o prendono la metropolitana per raggiungerne le aree centrali. Oltre ai pendolari, ci sono milioni di visitatori ogni anno e la domanda legata ai servizi di trasporto è molto grande.

“Oltre a costruire una flotta in grado di gestire un carico di lavoro così diversificato, anche i veicoli a guida autonoma dovranno operare all’interno di un solido quadro normativo. All’inizio di quest’anno abbiamo condiviso il nostro impegno alla sicurezza ma ora, grazie alla diffusione delle nostre auto sulle strade di Washington, è importante che i legislatori vedano i veicoli a guida autonoma con i propri occhi, mentre noi continuiamo a muoverci verso una legislazione che ne regoli l’utilizzo in tutto il paese”, ha aggiunto Sherif Marakby. “La guida autonoma ha il potenziale di cambiare il nostro mondo ben oltre la capitale della nostra nazione, ma questo è il luogo ideale per continuare a costruire le basi per una mobilità alternativa – che ci aiuti a liberare le nostre strade, alleggerirne la congestione e migliorare l’accesso delle persone ai servizi di cui hanno bisogno”.

A cura della Redazione Motori di VenetoEccellenze