La Direzione Regionale Entrate della Liguria ha risposto alle domande del Sole 24 Ore sulle difficoltà che gli amministratori di condominio hanno rilevato nell’uso della fatturazione elettronica nella pratica delle registrazioni contabili del condominio. . La consultazione La Faq 133 pubblicata il 19 luglio 2019 aveva indicato come impossibile per i condomìni non titolari di partita Iva, e quindi quasi mai, di delegare intermediari all’accesso ai servizi di fatturazione elettronica nella sezione Fatture e corrispettivi. La risposta precisa che tale limite non si riferisce al commercialista,al quale la delega è sempre permessa mentre è impossibile la delega ad altri soggetti.

Accessibilità via Entratel L’amministratore abilitato Entratel può accedere anche solo con tale canale senza Fisconline. Sono abilitati gli amministratori di condomìni che siano anche professionisti iscritti agli ordini o ai collegi.

Abilitazione massiva a Fisconline Sono molto gli studi di amministratori di condominio, con molti edifici da gestire, che conferiscono in outsourcing tutto quanto attiene ai rapporti fiscali, per lo meno per la fase di accesso e trasmissione, e che non hanno quindi mai utilizzato Fisconline. La necessità di verificare le fatture elettroniche ricevute e la loro corrispondenza con la copia cartacea rende ora necessaria l’abilitazione all’accesso edificio per edificio. Il termine per poter attivare la consultazione delle fatture ricevute dal 1° gennaio 2019 è scaduto il 31 ottobre 2019 (si veda il Quotidiano del Sole 24 Ore – Condominio del 1° agosto 2019). Con l’attivazione ora realizzata sarà comunque possibile consultare le fatture emesse e ricevute dal giorno successivo all’adesione al servizio di consultazione delle fatture su Fatture e Corrispettivi dopo che sia stato richiesto l’accesso. Era già possibile abilitare l’accesso a Fiscoline con richiesta online ma la seconda parte del pincode era inviato per posta direttamente all’edificio in condominio e non all’ufficio dell’amministratore. Per questo era necessario recarsi personalmente presso gli uffici in modo da ottenere da subito l’intero pincode per l’accesso. L’Agenzia delle Entrare annuncia che, per gli studi che vogliano abilitare molti accessi a Fisconline, è prossima l’attivazione senza accedere agli uffici.

Leggibilità del documento Gli amministratori di condominio hanno segnalato che le fatture elettroniche emesse da alcune utility a livello nazionale risultavano illeggibili dai software di gestione. L’Agenzia conferma che per tutte le fatture elettroniche è possibile, attraverso il portale dell’Agenzia leggere la fattura in pdf, che questo modo comunque è leggibile.

La correzione con la nota Preoccupazione è stata espressa dagli amministratori di condominio qualora la fattura elettronica , il cui pdf è scaricabile dal portale, sia diverso dalla copia cartacea inviata oppure la fattura elettronica rechi dati sbagliati. L’Agenzia ha risposto che si può segnalare la situazione al fornitore che può correggere l’errore con una nota di variazione.

L’alternativa sul gestionale I più diffusi portali di gestione degli edifici in condominio offrono la possibilità, realizzata con la stipula di un contratto aggiuntivo, di realizzare l’acquisizione delle fatture elettroniche direttamente nelle registrazioni contabili del condominio. La procedura è attivabile attraverso un servizio di interscambio convenzionato con la piattaforma di gestione. Al fornitore va comunicato il codice intermediario che unico per tutti i condomìni gestiti. Nel servizio di interscambio sono registrati i condomìni gestiti con il rispettivo codice fiscale. L’associazione del dato del codice intermediario con il codice fiscale permette lo smistamento nella contabilità del condominio.

Ufficio Stampa Veneto Eccellenze