A cosa serve e come si compila il documento di trasporto, ddt o bolla di accompagnamento?

Il documento di trasporto, meglio conosciuto come Ddt o bolla di accompagnamento, è un documento, avente validità fiscale, che deve essere emesso da parte delle imprese per giustificare il trasferimento da un luogo ad un altro delle merci, materie prime, semilavorati, oggetto di una transazione commerciale.

In pratica il documento di trasporto ha l’obiettivo di giustificare ed accompagnare il trasferimento delle merci dal soggetto cedente al cessionario, andando a definire ciò che sarà trasportato.

Per questo motivo il Ddt deve esser emesso prima della spedizione della merce, a prescindere che il trasporto sia effettuato a carico del cedente o del cessionario, o che questo sia affidato ad un autotrasportatore.

La struttura del documento di trasporto, DDT o bolla di accompagnamento

Come abbiamo visto il documento di trasporto è un documento emesso dalle aziende che effettuano operazioni di cessione di beni, per questo motivo il Ddt ha validità soltanto se emesso da parte di un soggetto titolare di partita Iva.

Il Ddt deve essere emesso sempre in duplice copia: la prima copia resterà al cedente (venditore), mentre la seconda sarà affidata al trasportatore e accompagnerà le merci, fino alla consegna finale al cessionario (o acquirente).

In definitiva, possiamo dire che il documento di trasporto è emesso per garantire sai il soggetto cedente che il soggetto acquirente (cessionario), dell’avvenuta consegna delle merci e per facilitare la gestione amministrativa, ed anche per dimostrare a quale titolo si sta effettuando un trasporto di merci. Inoltre, da non dimenticare che l’emissione del Ddt permette di avvalersi della fatturazione differita, entro il giorno 15 del mese successivo a quello di avvenuta spedizione, a patto di inserire il prezzo di vendita della merce nel Ddt. Vediamo adesso come compilare il documento di trasporto.

Gli elementi fondamentali del Ddt

Il documento di trasporto prevede uno schema fisso, infatti, per la sua validità, deve necessariamente contenere i seguenti elementi:

  • Generalità dell’emittente: in alto a sinistra devono essere indicate le generalità del soggetto emittente, la ragione sociale, la partita Iva, il codice fiscale e i dati relativi alla sede sociale;
  • Generalità del destinatario: le stesse informazioni previste per l’emittente devono essere inserite anche per quanto riguarda il soggetto destinatario dei beni;
  • Dati del Ddt: è necessario inserire data di emissione e numero progressivo del documento;
  • Informazioni sulla merce: devono essere inserite tutte le informazioni necessarie ad individuare correttamente la merce trasportata. E’ necessario un elenco dettagliato dove inserire il codice, la descrizione, la quantità e il prezzo (che non è un dato obbligatorio). Inoltre, deve essere inserito il numero dei colli oggetto del trasporto. E’ consigliabile inserire sempre il motivo per il quale è avvenuto il trasporto della merce (vendita, reso, riparazione, ecc.);
  • Dati del trasporto: è necessario inserire le informazioni riguardanti il soggetto (cedente o cessionario) per il cui il trasporto è a carico, ed il vettore a cui è stata affidata la consegna. Al momento dell’avvio del trasporto si dovranno inserire l’orario di avvio e la firma del vettore.

Ufficio Stampa Veneto Eccellenze