• Al CES di Las Vegas 2019 Hyundai accende i riflettori sulla strategia per i veicoli elettrici, le auto connesse e l’Open Innovation mostrando gli ultimi progressi sul futuro della mobilità
  • ‘Style Set Free’ è un nuovo concetto di design consente ai clienti Hyundai di personalizzare e aggiornare completamente il loro ambiente di guida in base al proprio stile di vita
  •  Come espansione dell’Open Innovation, Hyundai ha presentato “Elevate”, il primo prototipo di Ultimate Mobility Vehicle che supera i confini della mobilità veicolare contemporanea
  • Hyundai Motor Group e WayRay lanciano la tecnologia visiva di prossima generazione con il primo sistema al mondo sistema di navigazione olografica a realtà aumentata

9 gennaio 2019 – Hyundai Motor Company ha presentato la roadmap della mobilità futura al CES di Las Vegas 2019, evidenziando la sua strategia per concretizzare la libertà nella mobilità per i clienti.

La vision di Hyundai si basa su tre aree chiave: gli sviluppi in Open Innovation, la strategia per i veicoli elettrici e per conquistare la leadership globale nella mobilità connessa. La visione mira a fornire uno stile di vita futuro ai clienti in una società in cui tutti gli aspetti della vita sono collegati alla mobilità per una vera esperienza Car-to-Life.

‘Style Set Free’: veicoli elettrici personalizzati per tutti

Hyundai ritiene che i veicoli personalizzati non siano un lusso ma una necessità per gli stili di vita dei clienti nell’era della tecnologia di guida autonoma. “Style Set Free” parte da questa convinzione, mirando a personalizzare lo spazio del veicolo per ogni cliente. Questo nuovo concetto consente ai clienti la libertà di selezionare il software iniziale e l’hardware dei loro veicoli e di aggiornare gli equipaggiamenti in base ai bisogni spceifici.

Con la strategia EV aggiornata, Hyundai introdurrà i veicoli elettrici costruiti su una nuova piattaforma dedicata denominata ‘E-GMP che sarà in grado di soddisfare le esigenze dei clienti. La piattaforma, attualmente in fase di sviluppo, incorpora la prima al mondo di Integrated Drive Axel (IDA) per offrire un’esperienza di guida più silenziosa e più stabile.

“I modelli di veicoli elettrici dedicati offriranno caratteristiche personalizzabili, consentendo ai conducenti di modificare lo spazio e la configurazione dei veicoli in modo più efficiente rispetto ai veicoli derivati dall’architettura tradizionale e a combustione interna”, ha affermato Wonhong Cho, Executive Vice President della divisione Customer and Marketing di Hyundai Motor. “Con il nostro concetto di design all’avanguardia” Style Set Free “, Hyundai Motor cerca di offrire un’esperienza completamente nuova ai clienti con stili di vita e bisogni diversi, andando oltre la stessa tecnologia di guida autonoma”.

Leadership globale nelle auto connesse

L’auto non è più una macchina singola e isolata, e Hyundai ha preso in considerazione il fatto che ci sono variabili che non possono essere previste. Hyundai ritiene che la tecnologia delle auto connesse debba essere implementata su tutte le auto in modo che ogni singolo conducente possa godere di uno stile di vita sicuro e dedicato. Per questo ha progettato i dettagli per fornire soluzioni orientate al cliente che possano avere un impatto positivo sui loro stili di vita con la tecnologia delle auto connesse.

È qui che si manifesta l’innovativa tecnologia automobilistica connessa. Raccogliendo zettabyte di dati da tutto il mondo, Hyundai è in grado di migliorare l’esperienza di guida per i clienti e garantire la loro sicurezza fornendo avvisi in tempo reale relativi alle condizioni della strada e agli aggiornamenti meteo. La tecnologia Hyundai consentirà la connettività esterna per i clienti del futuro. L’introduzione di una piattaforma aperta consentirà di coinvolgere le idee di terze parti, sfruttando i dati dei veicoli disponibili forniti pubblicamente da Hyundai.

“Puntiamo ad avere 10 milioni di utenti connessi a livello globale e applicare la tecnologia di auto connesse a tutti i segmenti di veicoli nel mercato globale entro il 2022”, ha affermato Jungsik Suh, Vicepresidente senior della Divisione ICT di Hyundai Motor Group. “Hyundai non si sforza solo di diventare il fornitore numero uno delle auto connesse a livello globale, ma anche di fornire servizi di connettività che superano l’attuale proposta di servizi attraverso una piattaforma aperta, aprendo la strada per affermare il nostro concetto che va oltre la connettività”.

Espansione degli sforzi nella Open Innovation

Per offrire ai propri clienti ancora più comfort e caratteristiche di sicurezza adeguate alle loro esigenze, Hyundai investirà strategicamente in progetti di intelligenza artificiale per favorire la collaborazione con terze parti e impegnarsi attivamente nell’incoraggiare e sostenere le startup che condividono la vision dell’azienda.

L’infrastruttura fondamentale delle auto connesse di base di Hyundai può essere trasformata in differenti modi dalle aziende innovatrici in diversi settori. Hyundai CRADLE è alla ricerca di innovazioni esponenziali con le startup per raggiungere la sua visione della mobilità futura. La sua partnership con WayRay, attiva dallo scorso settembre, è un perfetto esempio di questo.

Come parte di questa strategia, Hyundai CRADLE ha presentato “Elevate”, il primo concept di Ultimate Mobility Vehicle (UMV) che combina la potenza della robotica e della tecnologia EV per portare le persone dove nessun veicolo è mai stato prima.

Hyundai e WayRay lanciano la tecnologia visiva di prossima generazione 

Hyundai Motor Group, in collaborazione con WayRay AG, startup svizzera di tecnologia avanzata, ha svelato al CES 2019 anche il primo sistema al mondo sistema di navigazione olografica a realtà aumentata (AR).

Il più grande vantaggio di un sistema di navigazione olografica a realtà aumentata e integrato nel veicolo riguarda l’immagine stereoscopica che viene visualizzata sulla strada percorsa e regolata in base all’angolo di visione specifico del conducente. Il guidatore può sfruttare immagini olografiche nitide e precise senza indossare nessun dispositivo mentre la proiezione di avvisi attraverso il parabrezza durante il percorso consente ai conducenti di guidare in sicurezza mentre il loro sguardo è rivolto in avanti.

Inoltre, mentre le unità HUD (Head-up Display) convenzionali proiettano un’immagine riflessa indirettamente attraverso uno schermo LCD montato sul cruscotto, il display olografico AR mostra un’immagine attraverso il parabrezza. Il display di WayRay mette in evidenza non solo le funzionalità di navigazione – come la corsia di guida, la destinazione e la velocità corrente – in realtà aumentata, ma incorpora anche funzioni di sistemi di guida assistita come l’avviso di superamento di corsia o di collisione frontale. L’immagine virtuale di 1.310 mm x 3.152 mm viene proiettata a una distanza di 15 metri dagli occhi del guidatore; Hyundai Motor Group ha inoltre rinnovato il suo HUD per adattarsi al sistema WayRay e offrire la soluzione ottimizzata per i conducenti.

Le due parti continueranno a collaborare a stretto contatto per espandere la tecnologia olografica a realtà aumentata con l’obiettivo di visualizzare persone, oggetti, autobus, piste ciclabili e strisce pedonali e, inoltre, sviluppare ulteriormente avanzate funzioni di guida assistita come il rear side warning system e l’Highway Driving Assist (HDA). Inoltre, si aspettano che l’integrazione della tecnologia V2X (Vehicle to Everything) e le funzionalità di connettività consentiranno di fornire dati come segnali stradali, informazioni sui veicoli circostanti, nonché condizioni stradali o meteorologiche, in tempo reale.

A cura della Redazione Motori di VenetoEccellenze