Con la Risoluzione n. 21/E del 27 Aprile 2020 l’Agenzia delle Entrate risponde ad un quesito della Protezione Civile che dichiara di aver aperto, ai sensi dell’articolo 99 del decreto-legge Cura Italia, due appositi conti correnti nei quali il donatore può versare l’importo, per le erogazioni liberali in denaro finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, mediante bonifico bancario.
La Protezione Civile, in particolare, chiede all’Agenzia Entrate di sapere quali siano gli adempimenti da porre in essere per consentire ai contribuenti di fruire delle detrazioni o deduzioni previste dal citato articolo 66.

Ai fini della detrazione in commento, chiariscono le Entrate, è sufficiente che dalle ricevute del versamento bancario o postale o dall’estratto conto della società che gestisce la carta di credito, la carta di debito o la carta prepagata, risulti che il versamento sia stato effettuato su uno dei predetti conti correnti dedicati all’emergenza epidemiologica COVID-19.

Fonte: https://www.agenziaentrate.gov.it

Ufficio Stampa Veneto Eccellenze