Avvisi bonari in arrivo per artigiani e commercianti che non hanno pagato i contributi INPS in scadenza ad agosto 2018. A comunicarlo è il messaggio dell’Istituto del 18 ottobre.

Avvisi bonari in arrivo per gli iscritti alla gestione artigiani e commercianti. A comunicarlo è il messaggio dell’INPS n. 3878 pubblicato in giornata odierna, il 18 ottobre 2018.

Gli avvisi bonari riguardano la rata dei contributi in scadenza ad agosto 2018 e, come di consueto, l’INPS avviserà del mancato pagamento con un’apposita comunicazione all’interno del cassetto previdenziale.

L’avviso bonario è inviato dall’INPS ad artigiani e commerciati prima dell’emissione dell’avviso di addebito con valore esecutivo. I contribuenti che non hanno versato la rata in scadenza ad agosto 2018 potranno quindi regolarizzare la propria posizione contributiva pagando l’importo addebitato.

Contributi INPS artigiani e commercianti, arrivano gli avvisi bonari

Con il messaggio INPS pubblicato il 18 ottobre 2018 viene dato avvio alla fase di emissione degli avvisi bonari relativi alla rata dei contributi in scadenza ad agosto 2018 per i lavoratori autonomi iscritti alle gestioni artigiani e commercianti.

Così come previsto dal messaggio n. 3878, gli Avvisi Bonari saranno a disposizione del contribuente all’interno del Cassetto previdenziale Artigiani e Commercianti al seguente indirizzo: “Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti” > “Posizione Assicurativa” > “Avvisi Bonari”.

Come di consueto sarà predisposta anche la relativa comunicazione, visualizzabile al seguente indirizzo: “Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti” > “Comunicazione bidirezionale” > “Atti emessi” > “Avvisi Bonari generalizzati”.

Agli iscritti alla gestione artigiani e commercianti e ai loro intermediari verrà contestualmente inviata una e-mail di alert.

Si ricorda che qualora l’iscritto avesse già effettuato il pagamento, potrà comunicarlo utilizzando l’apposito servizio presente al seguente indirizzo: “Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti” > “Comunicazione bidirezionale” > “Comunicazioni” > “Invio quietanza di versamento”.

Infine, l’INPS rammenta che in caso di mancato pagamento dei contributi indicati nell’avviso bonario relativo alla rata in scadenza ad agosto 2018, l’importo dovuto verrà richiesto tramite Avviso di Addebito con valore di titolo esecutivo.

Contributi INPS artigiani e commercianti 2018: aliquote e scadenze

Le regole relative ad importi e scadenze dei contributi INPS dovuti dagli iscritti alla gestioni artigiani e commercianti sono state stabilite dalla circolare n. 27/2018.

Per l’anno 2018, il reddito minimo annuo da prendere in considerazione ai fini del calcolo del contributo IVS dovuto dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali è pari a 15.710 euro.

Le aliquote dei contributi Inps 2018 per artigiani e commercianti calcolati sul reddito minimo sono le seguenti:

Artigiani Commercianti
titolari di qualunque età e coadiuvanti / coadiutori di età superiore ai 21 anni 24 % 24,09 %
coadiuvanti / coadiutori di età non superiore ai 21 anni 21 % 21,09 %

I contributi Inps sul reddito minimale vengono così calcolati:

Artigiani Commercianti
titolari di qualunque età e coadiuvanti / coadiutori di età superiore ai 21 anni 3.777,84 (3.770,40 IVS + 7,44 maternità) 3.791,98 (3.784,54 IVS + 7,44 maternità)
coadiuvanti / coadiutori di età non superiore ai 21 anni 3.306,54 (3.299,10 IVS + 7,44 maternità) 3.320,68 (3.313,24 IVS + 7,44 maternità)

Le scadenze per pagare i contributi dovuti sul minimale sono le seguenti:

  • 16 maggio 2018, 21 agosto 2018, 16 novembre 2018 e 18 febbraio 2019.

I contributi dovuti, invece, sulla quota che eccede il minimale devono essere pagati entro le stesse scadenze previste per il versamento di saldo e acconto delle imposte sui redditi.

Per tutti gli ulteriori dettagli si rimanda all’articolo dedicato ai contributi 2018 dovuti dagli iscritti alla gestione INPS artigiani e commercianti.

Il Direttore Rete di Veneto Eccellenze