Chiara Luppi, tra arte e impresa 

Chiara Luppi la cantante e attrice padovana ha pubblicato il suo primo album TU

 

Si chiama TU il nuovo album della cantante padovana Chiara Luppi su etichetta Azzurra Music. TU che contiene anche una cover di Can’t stop the feeling di Justin Timberlake è un viaggio intimo e coinvolgente, un mix di stili ricco di sfumature che trascina in un sound unico. Sei brani molto diversi con un unico filo conduttore la voce calda, graffiante e inconfondibile di Chiara Luppi presente anche nella scrittura. Una band fantastica con Mauro Beggio alla batteria e Davide Pezzin bassista di Ligabue. Con Gianluca Carollo alla tromba anche direttore artistico del disco e Giuliano Pastore al piano. omani. Dopo Sanremo Giovani il grande successo su Rai Due nella squadra di Raffaella Carrà a The Voice, la Luppi è cantattrice nel kolossal di Riccardo Cocciante, Giulietta e Romeo, dove interpreta prima Nutrice, poi Madre di Cecilia ed è Perpetua ne “I Promessi Sposi” di Michele Guardì e Pippo Flora. Collabora dal vivo con artisti quali Larry Ray dei The Temptation, Ronnie Jones, James Thompson, Vincent Williams duetta con Durga McBroom dei Pink Floyd in The great gig in the Sky. Apre il concerto di Zucchero a Parma, di Mario Biondi al Piper di Roma nelle Tommy Hilfighter session, di Cesare Cremonini con Cheryl Porter a Bologna. Duetta con Umberto Tozzi nel disco Yesterday Today nella hit Si può dare di più, nell’inedito Mi apri o no è backing vocal del disco. E ancora accanto ad Alberto Fortis, Alan Sorrenti, Alexia al Blue Note di Milano Dr Feelx al Chiambretti Night. Voce di sigle televisive, innumerevoli spot nazionali tra i più famosi quello di Rtl 102.5 Very Normal People. Ha collaborato con Uno Mattina in Famiglia, trasmissione di Rai Uno condotta da Tiberio Timperi e Ingrid Muccitelli in qualità di cantante interpretando i grandi classici della musica mondiale. E’ stata recentemente ospite a Storie Italiane sempre su Rai Uno trasmissione condotta da Eleonora Daniele.

 

 

 

 

 

 

 

 

Come comincia la sua avventura?

Rapita dalla bellezza della musica nel Duomo di Rovigo dove cantava mia zia. E poi grazie alla mia famiglia che mi ha aiutata sin da piccola a cercare di capire la mia strada fino a convogliare tutte le mie emozioni in una mission meravigliosa: la musica.

Era il suo sogno di bambina?

A dire il vero no anzi ho cominciato piuttosto tardi per gli standard a diciotto anni con un insegnante di canto. E poi sono laureata in architettura ho lavorato anche presso uno studio e coltivo tuttora la passione per il design.

Cosa significa fare musica oggi?

Il rischio di omologazione è sempre presente, personalmente cerco di fare il possibile per emozionare ed emozionarmi.

Non solo cantante ma anche attrice nei musical.

Si un’altra esperienza emozionante, dura, ma piena di soddisfazione. Ho fatto tanta gavetta ma in fondo la gavetta non finisce mai perché non si finisce mai di imparare.

Tra le sue diverse esperienze c’è anche la partecipazione ad un talent

Si The Voice in squadra con Raffaella Carrà qualche anno fa. E’ stata un’esperienza importante molto formativa.

I suoi progetti futuri?

Giovedì 5 luglio presento finalmente il mio nuovo album TU nella mia città Padova al Castello dei Carraresi. Poi ci saranno altri dischi con concetti diversi. E i live, perché io amo molto cantare dal vivo sognando di calcare palchi magici.

Sogno nel cassetto?

Ne ho tanti, ma cantare con Mina, Baglioni, Aretha Franklin …..

 

Giuliana Lucca