Area Geografica: Italia

Scadenza: BANDO APERTO | Scadenza il 15/10/2019

Beneficiari: Grande Impresa, PMI

Settore: Artigianato, Commercio, Industria, Servizi/No Profit, Turismo, Cultura, Agroindustria/Agroalimentare

Spese finanziate: Consulenze/Servizi

Agevolazione: Contributo a fondo perduto

Dotazione Finanziaria: € 74.000.000

PRATICA DIFFICILE
Pratica complessa, da curare con supporto di un consulente

Descrizione completa del bando

“#Conciliamo” è la misura del Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministrivolta a sostenere a realizzazione di progetti di welfare aziendale, che consentano ai datori di lavoro di sviluppare azioni in favore dei propri lavoratori venendo incontro ai loro bisogni e a quelli delle loro famiglie.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda di finanziamento le imprese e le società cooperative, aventi almeno 50 lavoratori e lavoratrici dipendendenti a tempo indeterminato nele sedi legali presenti sul territorio nazionale.

Possono presentare domanda di finanziamento i consorzi e i gruppi di impresa purch tutti i partecipanti al soggetto colettivo siano soggetti finanziabili ed il capofila dei consorzi e dei gruppi di imprese abbia almeno 50 dipendenti a tempo ideterminato.

Tipologia di proposte ammissibili

Le proposte progettuali devono prevedere azioni, nel contesto dell’ambiente di lavoro e nella relativa organizazione, che affrontino una o più delle seguenti sfide sociali riguardanti il rapporto tra la famiglia e l’attività lavorativa.:

– crescita della natalità

– riequilibrio tra i carichi di cura tra uomini e donne

– incremento dell’occupazione femminile

– contrasto dell’abbandono degli anziani

– supporto delle famiglia in presenza di componenti disabili

– tutela dell’ambiente

Entità e forma dell’agevolazione

Le richieste di finanziamento per ciascuna iniziativa progettuale deve essere compresa tra un minimo di € 500.000 ed un massimo di € 1.500.000.

Scadenza

Le domande dovranno essere presentate entro le ore 12:00 del 15 ottobre 2019.

Ufficio Stampa Veneto Eccellenze