Il Consiglio dei Ministri, nella seduta n. 19 del 13 settembre scorso, ha approvato un decreto legge che ha lo scopo di intervenire sulle questioni più urgenti del paese e che prevede, tra le altre cose, il ritorno della CIGS per cessazione, una misura dedicata alle imprese in crisi, che era stata cancellata dal Jobs Act.

I sussidi, si legge nel Comunicato Stampa del Ministero del Lavoro, verranno erogati sulla base di accordi tra lo stesso Ministero, il Mise e le Regioni interessate, che potranno essere sottoscritti a decorrere dall’entrata in vigore del decreto e per gli anni 2019 e 2020, attraverso misure per il trattamento straordinario e l’integrazione salariale per le imprese in crisi, qualora le stesse abbiano cessato o cessino l’attività, e sussistano concrete possibilità di prossima cessione dell’azienda, o anche laddove sia possibile realizzare la reindustrializzazione del sito produttivo. 
In alternativa, la regione interessata potrà attivare specifici percorsi di politica attiva.

 Fontehttp://www.governo.it

Ufficio Stampa