ARQUA’ POLESINE – Vincenzo Martarello, il primo pirotecnico al mondo ad essere esposto alle Gallerie degli Uffizi di Firenze. Doppio evento mondiale nel capoluogo toscano, con l’artista contemporaneo cinese Cai Guo Qiang e la ditta di fuochi d’artificio Martarello Group di Arquà Polesine. Infatti, domenica 18 novembre, alle 16, il cielo di Firenze è stato illuminato dall’opera intitolata “City of flowers in the sky”. un’esplosione di fuochi d’artificio diurni, durata 10 minuti.

Lo spettacolo, ideato da Cai Guo Qiang, si è svolto a piazzale Michelangelo. Dal locale panoramico, l’artista, gli invitati e gli addetti ai lavori, hanno ammirato gli innumerevoli effetti dei fumi colorati nel cielo. Uno show unico nel suo genere e primo in Italia. Da Firenze e non solo, cittadini, turisti e curiosi, sono stati catturati dalle esplosioni variopinte e che hanno ammirato con il naso all’insù. La ditta Mazzone di Saturnia ha curato le autorizzazioni; la ditta Martarello Group ha curato l’allestimento dello spettacolo pirotecnico; e insieme hanno collaborato con le maestranze cinesi. Sono stati realizzati dei “quadri” nel cielo con la polvere da sparo e dei quadri veri e propri esposti alla galleria degli Uffizi di Firenze. “Abbiamo supportato l’artista in due momenti – commenta Vincenzo Martarello -.

Per fare i quadri e per realizzare lo spettacolo. Infatti, in azienda, l’artista è venuto e ha creato dei quadri con la polvere da sparo”. Insomma, domenica c’è stato un spettacolo pirotecnico con fumi colorati ispirato alla Primavera del Botticelli, un preludio in sei atti. Tuono primaverile; Dio del vento dell’ovest e dea della terra; Nascita di Flora; Caduta di Venere; Le tre Grazie; Giardino spirituale; e Giglio rosso. “Abbiamo adoperato polveri artistiche – continua Vincenzo Martarello -, e dopo diversi incontri abbiamo realizzato il tutto”.

Allo spettacolo pirotecnico hanno lavorato 26 professionisti italiani e 10 cinesi. “Occorrono due giorni per prepararlo – continua il titolare dell’azienda -, ma abbiamo completarlo in sole 24 ore per le esigenze del Comune. Sono stati adoperati 45 quintali di fuochi d’artificio, distribuiti in 12mila effetti esplosivi”. Sabato per allestire lo spettacolo sono arrivati a Firenze 8 camion e 5 macchine. Lunedì, 19 novembre, alle gallerie degli Uffizi è stata inaugurata la mostra “Flora commedia”. Si tratta di 62 opere realizzate sempre da Cai Guo Qiang. Molti gli invitati, tra i quali i corrispondenti di tante testate giornalistiche di tutto il mondo tra le quali il New York Times. Opere d’arte grandi e piccole, delle più svariate misure , e tra i quadri anche la foto ricordo mentre l’artista sta progettando le sue opere con Vincenzo Martarello e il quadro realizzato nella ditta di Arquà Polesine che ha donato proprio agli Uffizi.

Barbara Braghin