AGEVOLAZIONI VIGENTI

AGEVOLAZIONI VIGENTI NAZIONALI

19 Luglio 2019

PIANO VENDITE IMMOBILI DELLO STATO: pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale. l’Agenzia ha già pubblicato bandi regionali per la dismissione dei beni di minor valore su tutto il territorio nazionale.
IL PORTAFOGLIO:  proposto al mercato con questi bandi nazionali coinvolge immobili importanti e di pregio per un valore complessivo di 145 milioni di euro a base d’asta.
LA SELEZIONE: è stata oggetto di analisi approfondite e segmentazione per individuare e costruire una proposta di potenziale interesse per il mercato, con asset già dotati di destinazioni d’uso adeguate e compatibili con percorsi di sviluppo immobiliare, su cui è possibile investire da subito, una volta concluse le procedure d’acquisto. Si tratta di un portafoglio variegato ed eterogeneo di strutture dislocate da nord a sud in tutta Italia, tipologie di beni differenti che comprendono edifici residenziali, commerciali, ex caserme, ex conventi, ex carceri, terreni, immobili storici e strutture industriali.
TRA LE OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO ci sono diverse ex caserme a Trieste e Tarvisio (UD) in Friuli Venezia Giulia, in Veneto a Venezia, vicino al Ponte di Rialto, un ex convento con cortili e sale affrescate, in Piemonte palazzi ed ex caserme nel centro di Novara, una villa vista mare in Liguria e in Lombardia aree industriali, appartamenti e un loft sui Navigli a Milano. In Emilia Romagna ci sono palazzi storici a Piacenza e Bologna, in Toscana una splendida villa antica nelle campagne di Firenze e locali commerciali a Piazza del Campo a Siena. Ci sono opportunità suggestive come le case cantoniere proposte in Umbria, un complesso immobiliare nel centro storico di Ascoli Piceno nelle Marche e l’ex convento nel centro di Sulmona in Abruzzo. Nei bandi compare anche un complesso industriale dismesso in Molise, nel Lazio un bell’appartamento in zona centrale a Roma e in Campania, a Caserta, un’ex caserma immersa nel verde. In vendita anche un faro sulla costa ionica della Calabria e terreni edificabili in Sicilia.
I BANDI DI VENDITA: Sono tre i bandi di gara per la vendita di 93 beni dei 420 inseriti nella lista allegata al Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che definisce il perimetro e le modalità di azione del piano straordinario di dismissione degli immobili pubblici, previsto dalla Legge di Bilancio 2019.
IL PORTAFOGLIO: Si tratta di un portafoglio variegato ed eterogeneo di strutture dislocate da nord a sud in tutta Italia, che comprendono edifici residenziali, commerciali, ex caserme, ex conventi, ex carceri, terreni, immobili storici e strutture industriali.
Gli asset sono già dotati di destinazioni d’uso adeguate e compatibili con percorsi di sviluppo immobiliare, su cui è possibile investire da subito.
LE SCADENZE DEI BANDI: PRIMO BANDO, relativo a 50 immobili, con scadenza il prossimo 15 ottobre 2019.
SECONDO BANDO, per 37 immobili con scadenza prevista per il 15 novembre 2019-
TERZO BANDO, con scadenza il 15 novembre 2019, relativo a 6 beni per i quali è possibile presentare sia un’offerta unitaria per più lotti, sia offerte per singoli lotti.
DOMANDE DI PARTECIPAZIONE: Le sedute di asta, con incanto, si svolgeranno con modalità telematica attraverso la Rete Aste Notarili del Consiglio Nazionale del Notariato (RAN). Collegandosi alla piattaforma dagli studi notarili su tutto il territorio italiano è possibile partecipare alle aste via web, con rilanci da parte dei partecipanti.
OPPORTUNITA’ DI FINANZIAMENTO: nel disciplinare d’asta sono anche elencate le opportunità di finanziamento che possono essere attivate dagli aggiudicatari, grazie alle collaborazioni istituzionali che l’Agenzia del Demanio ha attivato con soggetti finanziatori nazionali come Invitalia e Istituto per il Credito Sportivo, per supportare gli investimenti per l’acquisto degli immobili e la realizzazione di progetti di valorizzazione a seguito dell’acquisto.

PIANO VENDITE IMMOBILI DELLO STATO

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale. l’Agenzia ha già pubblicato bandi regionali per la dismissione dei beni di minor valore su tutto il territorio nazionale.

IL PORTAFOGLIO

proposto al mercato con questi bandi nazionali coinvolge immobili importanti e di pregio per un valore complessivo di 145 milioni di euro a base d’asta.

LA SELEZIONE

È stata oggetto di analisi approfondite e segmentazione per individuare e costruire una proposta di potenziale interesse per il mercato, con asset già dotati di destinazioni d’uso adeguate e compatibili con percorsi di sviluppo immobiliare, su cui è possibile investire da subito, una volta concluse le procedure d’acquisto.

  • Si tratta di un portafoglio variegato ed eterogeneo di strutture dislocate da nord a sud in tutta Italia, tipologie di beni differenti che comprendono edifici residenziali, commerciali, ex caserme, ex conventi, ex carceri, terreni, immobili storici e strutture industriali.

OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO

Ci sono diverse ex caserme a Trieste e Tarvisio (UD) in Friuli Venezia Giulia, in Veneto a Venezia, vicino al Ponte di Rialto, un ex convento con cortili e sale affrescate, in Piemonte palazzi ed ex caserme nel centro di Novara, una villa vista mare in Liguria e in Lombardia aree industriali, appartamenti e un loft sui Navigli a Milano.

  • In Emilia Romagna ci sono palazzi storici a Piacenza e Bologna, in Toscana una splendida villa antica nelle campagne di Firenze e locali commerciali a Piazza del Campo a Siena.
  • Ci sono opportunità suggestive come le case cantoniere proposte in Umbria, un complesso immobiliare nel centro storico di Ascoli Piceno nelle Marche e l’ex convento nel centro di Sulmona in Abruzzo.
  • Nei bandi compare anche un complesso industriale dismesso in Molise, nel Lazio un bell’appartamento in zona centrale a Roma e in Campania, a Caserta, un’ex caserma immersa nel verde.
  • In vendita anche un faro sulla costa ionica della Calabria e terreni edificabili in Sicilia.

I BANDI DI VENDITA

Sono tre i bandi di gara per la vendita di 93 beni dei 420 inseriti nella lista allegata al Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che definisce il perimetro e le modalità di azione del piano straordinario di dismissione degli immobili pubblici, previsto dalla Legge di Bilancio 2019.

IL PORTAFOGLIO

Si tratta di un portafoglio variegato ed eterogeneo di strutture dislocate da nord a sud in tutta Italia, che comprendono edifici residenziali, commerciali, ex caserme, ex conventi, ex carceri, terreni, immobili storici e strutture industriali.

  • Gli asset sono già dotati di destinazioni d’uso adeguate e compatibili con percorsi di sviluppo immobiliare, su cui è possibile investire da subito.

GUARDA I BENI IN VENDITA PER TIPOLOGIA

TUTTI I BENI

CATALOGO DEGLI IMMOBILI

LE SCADENZE DEI BANDI 

PRIMO BANDOrelativo a 50 immobili, con scadenza il prossimo 15 ottobre 2019.

SECONDO BANDO: per 37 immobili con scadenza prevista per il 15 novembre 2019;

TERZO BANDO: con scadenza il 15 novembre 2019, relativo a 6 beni per i quali è possibile presentare sia un’offerta unitaria per più lotti, sia offerte per singoli lotti.

DOMANDE DI PARTECIPAZIONE

Le sedute di asta, con incanto, si svolgeranno con modalità telematica attraverso la Rete Aste Notarili del Consiglio Nazionale del Notariato (RAN).

  • Collegandosi alla piattaforma dagli studi notarili su tutto il territorio italiano è possibile partecipare alle aste via web, con rilanci da parte dei partecipanti.
  • Collegandosi alla piattaforma dagli studi notarili su tutto il territorio italiano è possibile partecipare alle aste via web, con rilanci da parte dei partecipanti anche a centinaia di km dall’immobile, abbattendo le barriere territoriali con la garanzia e sicurezza notarile. Tutte le informazioni sui bandi, sullo svolgimento delle aste e sulle modalità di partecipazione sono disponibili sul sito https://www.notariato.it/ran.

OPPORTUNITA’ DI FINANZIAMENTO

Nel disciplinare d’asta sono anche elencate le opportunità di finanziamento che possono essere attivate dagli aggiudicatari, grazie alle collaborazioni istituzionali che l’Agenzia del Demanio ha attivato con soggetti finanziatori nazionali come Invitalia e Istituto per il Credito Sportivo, per supportare gli investimenti per l’acquisto degli immobili e la realizzazione di progetti di valorizzazione a seguito dell’acquisto.

Ufficio Stampa Veneto Eccellenze